Scritto da
Redazione
Lettura: 4 minuti
Giugno 13, 2024

FUORI REGIONE| Terza categoria, finale play off sospesa: uscita la decisione del giudice sportivo

Il giudice sportivo da partita persa all’Attuoni Avenza. Dallas, D.S. Pantera “ Non commento l’episodio di sabato, iniziamo già a lavorare per la prossima stagione, che sarà la seconda categoria..”. Attuoni , “mister “ Tinfena, la società per questa assurda sanzione presenterà ricorso..”

Il campionato di terza categoria si arricchisce di un’altra puntata della telenovela in merito ai provvedimenti disciplinari emessi dal giudice sportivo nell’ultimo comunicato. La finale Play off di sabato sospesa sul finire del primo tempo supplementare, dopo che i novanta regolari erano terminati in parità(1-1), dovuti alle proteste del giocatore Iardella del Dallas espulso dopo il secondo giallo. Ne nasceva un parapiglia generale, visto l’insistente atteggiamento minaccioso nei confronti del direttore di gara (come menzionato nella squalifica dello stesso) l’arbitro dava i tre fischi ritenendo di non essere nelle condizioni di proseguire la gara. L’attesa sentenza è uscita in base al referto dell’arbitro e della decisione del Giudice Sportivo che infligge la perdita della gara agli avenzini dell’Attuoni su formale dichiarazione di intenti con successivo rifiuto del capitano e giocatori lasciando l’incombenza al dirigente accompagnatore ufficiale.Il giudice sportivo riteneva responsabile della mancata regolare conclusione della gara gli avenzini dell’ Attuoni infliggendo la perdita della partita per zero a tre. Diverse sono stati i commenti e le reazioni da parte delle due società, per i penalizzati a voce del mister Andrea Tinfena “è una decisione a nostro avviso – precisa il tecnico – assurda dove noi non c’entriamo affatto nell’espulsione del giocatore del Dallas, che dopo il rosso è nato il tutto si è scatenato la rincorsa dello stesso nei confronti del direttore di gara(precisato anche nella motivazione della squalifica), al riguardo esiste anche un breve video quando l’arbitro esce dal parapiglia andando verso il centro campo con il ,triplice fischio decretava la fine. Come da regolamento a nostro avviso i tre fischi sono inequivocabili, i minuti di sospensione (citati nel c.u.)non sono veritieri comunque il club avrà l’opportunità di fare ricorso a questa sanzione, dove i fatti sono stati a visione di tutti gli spettatori, organi federali presenti, dirigenti e genitori delle squadre che dovevano scendere in campo la finale per il torneo giovanile. Dalla parte di chi ha avuto partita vinta il diesse dei massesi Michele Pantera invece a parole di ringraziamento pensando già al prossimo campionato “Giungiamo oggi a conoscenza di aver vinto questi play off di terza categoria e la matematica promozione al campionato di seconda categoria. Non commento lo spiacevole episodio di sabato, penso che chi si sottragga alla lotta ha già perso in partenza. Ringrazio il mister la famiglia Pucci e tutto lo staff per questa grande annata. Ringrazio i miei ragazzi che si sono meritati questa grande promozione, inizieremo subito a lavorare per il prossimo anno”. Di seguito nel dettaglio il comunicato ufficiale della delegazione provinciale di Massa Carrara:

Gara Dallas Romagnano.Attuoni Avenza dell’ 8/06/2024 (Sospesa al 12° del I tempo supplementare) Dalla disamina degli atti, questo Giudice sportivo territorilae prende atto che il D.G., all'esito di un tentativo di aggressione con minacce, era costretto a sospendere la gara ed a rifugiarsi presso lo spogliatoio. Riacquisite le condizioni psicofisiche per proseguire la gara e constatato che la "situazione ambientale" era rientrata celermente nella normalità, dopo circa 3-4 minuti dall'allontanamento del terreno di gioco, con il supporto degli Assistenti Arbitrali il medesimo D.G. comunicava ai capitani delle due compagini la volontà di riprendere il gioco. I predetti due capitani nulla erano ad eccepire dichiarandosi al contempo disponibili a proseguire la gara e conseguentemente richiamavano i rispettivi compagni cosicché nel giro di un paio di minuti tutti i giocatori erano schierati per riprendere l'incontro. Solo allora, dopo circa 2-3 minuti, il capitano dell'Attuoni Avenza era a comunicarmi la non disponibilità della compagine a proseguire la disputa, manifestazione seguita poi dal formale allontanamento dal terreno di gioco, ciò sebbene i ripetuti solleciti del D.G. e nonostante non vi fossero motivi ostativi alla ripresa del gioco tant'è che tutti gli atleti ammessi erano all'interno del terreno di gioco ancora tutti in tenuta di gioco. Il D.G. a quel punto invitava il capitano dell'Attuoni Avenza a rilasciare una formale dichiarazione di intenti, ricevendo netto rifiuto e lasciando l'incombenza al proprio Dirigente Accompagnatore (documento agli atti). Tutto quanto sopra premesso e considerato il Giudice sportivo ritenuta la società A.s.d. Attuoni Avenza responsabile della mancata regolare con clusione della gara, infligge alla predetta A.s.d. Attuoni Avenza la punizione sportiva della perdita della gara per 0 - 3.

Sanzione a carico del giocatore : Iardella Marco (Dallas Ro magnano)espulso per somma di ammonizioni dopo la notifica dell'espulsione non lasciava il terreno di gioco assumendo un atteggiamento di vibrate proteste verso il D.G. e un comportamento minaccioso e provocatorio trattenuto a forza dai propri compagni. Il comportamento minaccioso e aggressivo veniva reiterato tanto che riuscendo a divincolarsi dalla trattenuta dei compagni si avvicinava ulteriormente all'arbitro il quale vistosi in pericolo per la sua incolumità scappava verso il proprio spogliatoio. Sanzione aggravata in quanto tale situazione costringeva il D.G. a sospendere la gara per alcuni minuti.

 

Hai trovato interessante questo articolo? condividilo subito!
Spezia Sportale è una testata giornalistica iscritta al Registro della Stampa del Tribunale della Spezia con provvedimento n. 1265/22
Direttore Responsabile Dott.ssa Claudia Cella | Editore: Speziasportale Srls - P.Iva 01541030118 - CF 01541030118
Design by
 Company Make Up